HomeFiere e AsteAsteToyota Land Cruiser BJ/FJ Series? Compratelo così

Toyota Land Cruiser BJ/FJ Series? Compratelo così

Le “vecchie” Toyota Land Cruiser della Serie BJ/FJ continuano a essere le fuoristrada vintage più richieste in assoluto, insomma non conoscono crisi. A due condizioni però: che sia conservata ovvero in prima vernice o in alternativa che sia restaurata ma con tutte le documentazioni del caso, ovvero fatture e foto.

In ogni caso, è meglio che la Toyota sia conservata, anche con estese carenze di colore sulla carrozzeria, come questa in asta, ma in prima vernice. Non solo hanno un aspetto “vissuto” che è molto più affascinante del “restaurato”, ma sicuramente se ben mantenuta in un garage asciutto, non riserverà più brutte sorprese come criccatura dello stucco o quant’altro.

Insomma, purtroppo le auto restaurate prima o poi dovranno essere restaurate di nuovo. Inoltre poi è importante che ci sia tutto a livello di documentazione e tool kit (kit attrezzi originale della Casa madre), che aiuteranno a incrementarne il valore.

Ecco come dovrebbe essere in sostanza una Toyota Land Cruiser su cui investire, sia essa a due porte, pickup o con qualsiasi altro tipo di carrozzeria. Poi, tra Diesel e benzina, oggi è più collezionabile quella a benzina, a meno che si tratti di una Diesel Toyota Land Cruiser BJ 42 nel raro allestimento LX con tutti i sedili fronte marcia a strisce marroni e bianche e completa di ogni dettaglio.

Vediamo quella in offerta qui su Bringatrailer, una bellissima Toyota Land Cruiser FJ 40 a benzina e già a prezzo elevato ben prima della scadenza del lotto, purtroppo aldilà dell’Oceano.

1977 Toyota Land Cruiser FJ40: così deve essere l’esemplare da comprare

Questa Toyota Land Cruiser FJ40 del 1977 è rifinita rosso su grigio e alimentata da un sei cilindri in linea da 4,2 litri abbinato a una trasmissione manuale a quattro velocità e riduttore.

L’equipaggiamento include un tetto rigido con porte rimovibili, portaruota di scorta, due specchietti laterali, sedili posteriori ribaltabili e cerchi in acciaio da 15″.

Il servizio eseguito sotto l’attuale proprietà include un restauro documentato degli interni, la riparazione di una perdita nella scatola dello sterzo e il cambio dell’olio. Questa FJ40 viene offerta con la documentazione del produttore, un manuale di servizio, kit attrezzi e un titolo Arizona pulito a nome del venditore.

In particolare, il 4×4 è rifinito in Freeborn Red (309) e presenta un tettuccio rigido con parte superiore bianca e porte rimovibili, un gancio di traino posteriore, doppi specchietti laterali e prese d’aria sul cofano e sul parafango anteriore.

Le imperfezioni sono visibili ovunque ma le donano un fascino indescrivibile. Le ruote in acciaio nero da 15″ sono dotate di coprimozzi cromati e sono montate con pneumatici BF Goodrich All-Terrain T/A da 31×10,5″ che mostrano codici 2021.

La ruota di scorta non è corrispondente ed è montata su un supporto incernierato sul retro. Il ponte anteriore è dotato di mozzi anteriori Warn con bloccaggio manuale.

L’abitacolo è dotato di sedili avvolgenti anteriori che sono stati rivestiti in vinile grigio e sedili ribaltabili abbinati sono montati nell’area di carico. I finestrini sono a manovella manuale ed è presente un tappetino di carico posteriore in gomma.

Un volante a tre razze incornicia un tachimetro da 100 mph e sono presenti i corretti indicatori ausiliari per la pressione dell’olio, il livello del carburante, la temperatura dell’acqua e l’amperaggio. Il contachilometri a cinque cifre mostra 88.000 miglia.
Il sei cilindri in linea 2F da 4,2 litri è alimentato tramite un unico carburatore. Il venditore afferma che il servizio recente include la riparazione di una perdita nella scatola dello sterzo e un cambio dell’olio.
I manuali del proprietario e di riparazione sono inclusi nella vendita insieme a un kit di attrezzi.

Leggi anche




Più letti

Fiat Panda 4×4 prima serie: la...

La Panda 4x4 prima serie è un’utilitaria e una fuoristrada che sa fare molto bene il suo dovere, quello di arrampicarsi sui terreni più...

Immatricolazione auto storica… qualche consiglio per...

In un contesto che è sempre meno nazionale e più internazionale, può capitare facilmente ormai acquistare (o vendere) un'auto oltre confine. Ecco tutto quello...

Steyr Puch Haflinger: bisogna per forza...

Della storia del piccolo veicolo fuoristrada austriaco prodotto a Graz sono state scritte pagine e pagine, rintracciabili un po' su tutto il web. Ma...

Fiere internazionali auto d’epoca 2022: gli...

Anche il 2021 sta per volgere al termine. Signori, il 2021... Nel bel mezzo dell'inizio di un millennio in cui si credeva che le...

Volkswagen Maggiolino e derivati, mon amour

Le Volkswagen Maggiolino, naturalmente quelle non troppo in stato di rottame, continuano a segnare risultati di vendita sempre importanti. Perché piacciono, soprattutto in stato...