HomeUltime NewsFiere e AsteRetro Classics Stoccarda 2020: quando la passione supera le paure...

Retro Classics Stoccarda 2020: quando la passione supera le paure…

I tempi non sono i migliori, a causa della paura del virus che contagia. Tutti, prima dell’inizio dello spettacolo di Stoccarda, erano un po’ scettici. Di fatto però sembra che la passione dell’auto d’epoca vinca sempre su tutto, nonostante il Salone abbia registrato un terzo di visitatori in meno rispetto alla scorsa edizione. Ci sta.

Gli affari vanno avanti

Molti espositori hanno dichiarato la loro soddisfazione dal 27 febbraio al primo marzo scorso, perché molte trattative sono andate in porto. Insomma, gli affari procedono. Girando tra gli stand, si vedevano un discreto numero di “Sold” o “Verkauft”, nonostante i prezzi delle auto fossero non proprio di fascia economica. Tanti i venditori privati, in questa edizione, e come al solito, ben gestita la vita di club e gli eventi collaterali in generale.

Le super sportive Gulf azzurro/arancione

Nonostante si siano ridotti di un terzo rispetto alla scorsa edizione, i visitatori hanno avuto di che lustrarsi gli occhi. Come per esempio le auto da corsa della Gulf, esposte proprio all’entrata. Tra le altre, si segnalava la presenza di una Porsche 917 K e una Ford GT 40.

Le “signore” prebelliche

Dal lato opposto delle auto da corsa Gulf, c’era una bella mostra sulle auto prebelliche. Fra tutti, spiccava lo stand di Avions Voisin, che costruì circa 10.000 vetture tra gli anni ’20 e ’30. La più curiosa da ammirare era sicuramente la piccola Biscuter.

Un grande mercato

In tutto si contavano circa 1.800 veicoli d’epoca in vendita a Stoccarda, un numero davvero impressionante. La maggior parte erano Mercedes e Porsche, ma non è stato raro incappare in qualche bella particolarità, visibile nella categoria che segue.

L’asta Classicbid

Infine, all’interno di Retro Classics Stoccarda si è tenuta anche l’asta di Classicbid. A parte qualche rara eccezione dal costo un po’ più alto della media, ci sono stati tanti invenduti in questa fascia. Le uniche autovetture che hanno riscontrato un certo successo sono state le Volkswagen, alcuni fuoristrada e auto particolari come la Glas Goggomobil, veri e propri assegni circolari anche in tempi di virus.

Leggi anche




Più letti

Fiat Panda 4×4 prima serie: la...

La Panda 4x4 prima serie è un’utilitaria e una fuoristrada che sa fare molto bene il suo dovere, quello di arrampicarsi sui terreni più...

Immatricolazione auto storica… qualche consiglio per...

In un contesto che è sempre meno nazionale e più internazionale, può capitare facilmente ormai acquistare (o vendere) un'auto oltre confine. Ecco tutto quello...

Steyr Puch Haflinger: bisogna per forza...

Della storia del piccolo veicolo fuoristrada austriaco prodotto a Graz sono state scritte pagine e pagine, rintracciabili un po' su tutto il web. Ma...

Steyr Puch Pinzgauer: che bello acquistarne...

Lo Steyr Puch Pinzgauer, disponibile a 4 o a 6 ruote motrici, è senz'altro un veicolo storico dalle capacità fuoristrada estreme, anche grazie alla...

Technorama Ulm 2022: di interessante c’era…

Technorama Ulm è sempre una bella fiera da vedere, soprattutto per chi voglia mettere insieme un'auto in restauro o chi cerca qualcosa di nuovo...