HomeOpinione EspertoHonda S800: super sportiva Kei-car anni '60

Honda S800: super sportiva Kei-car anni ’60

Non c’è niente da fare, la maggior parte delle auto d’epoca giapponesi fanno letteralmente girare la testa e, sicuramente, ti svuotano il portafogli. Com’è il caso di questo incredibile ritrovamento che ha solo 28.000 km da nuova, pur essendo del 1968. Si tratta della superba Honda S800, una minuscola coupé giapponese da 10.000 giri/min. Il compatto 800 cc sfodera quasi 100 CV/l e la trazione è naturalmente posteriore. Pesa neanche 700 kg e guidarla è gioia allo stato puro.

In particolare, la rarità di questa rara Honda S800 Coupé è che è italiana fin dall’origine e, incredibilmente, a parte il basso chilometraggio, si è conservata intatta e senza ruggine passante fino ai giorni nostri. Incredibile davvero, perché i lamierati delle auto giapponesi in quegli anni non venivano trattati contro la ruggine. Naturalmente, l’auto è stata ferma per molto tempo e per questo la carrozzeria ha subito danni superficiali, ma nulla che infici sulla sicurezza strutturale del mezzo. Insomma, questa Honda S800 conserva una gran bella patina.

Trovare un’Honda S800 in questo stato, è da acquistare sicuramente, perché è un oggetto più unico che raro. Non solo per il suo aspetto e la sua linea, ma anche per il divertimento che si prova a guidarla e per la sua rivalutazione nel tempo. La posizione di guida è praticamente distesa a terra, il volante a tre razze Nardi verticale e la piccola leva cambio dagli innesti ultra corti subito accanto. Il motore, praticamente derivato dalle moto, sale vertiginosamente di giri in un lampo superando la zona rossa dei 9000. Partenza ideale: gas a 6000 giri, lasciare la frizione e far fischiare ruote e propulsore (dal doppio scarico posteriore) a più non posso, poi via dentro con seconda, terza e quarta marcia. Sono 4 i carburatori che sparano dentro benzina e, anche se non sono ben regolati, l’auto spinge lo stesso come una furia fino a 180 km/h. La stessa Porsche in quegli anni si meravigliava di come Honda, produttrice fino ad allora di motorette, fosse riuscita a tirar fuori una sportiva così di razza e affidabile allo stesso tempo, a patto di cambiare l’olio motore ogni 3000 km, come recita il libretto.

Conviene considerare l’acquisto? Sicuramente si, perché se ben mantenuti piccoli bolidi come questa Honda S800 continueranno ad alzarsi di prezzo, come fa la sua più rara concorrente Toyota Sports 800. Oggi di una Honda S800 Coupé in stato di conservato si può chiedere qualsiasi cifra, che verosimilmente può superare anche i 35.000 euro!

Leggi anche




Più letti

Fiat Panda 4×4 prima serie: la...

La Panda 4x4 prima serie è un’utilitaria e una fuoristrada che sa fare molto bene il suo dovere, quello di arrampicarsi sui terreni più...

Immatricolazione auto storica… qualche consiglio per...

In un contesto che è sempre meno nazionale e più internazionale, può capitare facilmente ormai acquistare (o vendere) un'auto oltre confine. Ecco tutto quello...

Steyr Puch Haflinger: bisogna per forza...

Della storia del piccolo veicolo fuoristrada austriaco prodotto a Graz sono state scritte pagine e pagine, rintracciabili un po' su tutto il web. Ma...

Steyr Puch Pinzgauer: che bello acquistarne...

Lo Steyr Puch Pinzgauer, disponibile a 4 o a 6 ruote motrici, è senz'altro un veicolo storico dalle capacità fuoristrada estreme, anche grazie alla...

Technorama Ulm 2022: di interessante c’era…

Technorama Ulm è sempre una bella fiera da vedere, soprattutto per chi voglia mettere insieme un'auto in restauro o chi cerca qualcosa di nuovo...