Per chi, appassionato di auto, si dovesse trovare nel nord della Germania, per lavoro o magari semplicemente per ammirare l’atmosfera natalizia, dovrebbe dedicare almeno una mezza giornata del suo tempo per vedere tutte le curiosita’ che si possono incontrare in questa particolare fiera. Che quest’anno si tiene al centro fieristico di Essen dal 27/11 al 5/12. Più o meno il periodo dell’anno e’ sempre questo, un po’ come lo era in Italia per il defunto Motor Show di Bologna. Ecco una interessante carrellata delle auto viste…

Un’elegante Mercedes 190 SL in una tonalità di verde davvero accattivante.
Auto da Rally tutte da ammirare.
Altre tre eleganti Mercedes, di cui l’ultima, quella bianca, un po’ piu’ accessibile come fascia di prezzo.
La cattivissima Brutus del Museo di Sinsheim, in Germania, un museo assolutamente da andare a scoprire per la quantita’ di veri e propri oggetti di culto presenti in esso: dalle auto storiche ai mezzi militari, passando per aerei e carillon grandi come villini!!! La Brutus in particolare è mossa dal motore di un aereo.
Subaru Impreza Turbo da 120.000 km proposta a 15.900 euro.
Splendida Datsun 240Z.
A parte la Mercedes Coupe scura, sono molto interessanti le sportive incontrate subito dopo, tra cui spicca una Mercedes 190 Evoluzione, una Datsun240Z in uno splendido arancione e una più economica Ford Mustang. Degna di nota e’ anche la rossa Arnolt Bristol del 1955.
I fuoristrada richiamano sempre piu’ attenzione e interesse: ecco alcuni Land Rover Defender. Quello scuro proviene addirittura dall’Italia ed è un ex Carabinieri, poi c’e’ il pickup a passo corto svizzero (già venduto inspoiegabilmente nel pomeriggio, considerando che era verniciato persino sulle guarnizioni…) e il Land Rover da scena della Spectre di 007, l’agente segreto.
Per chi ama i più ingombranti veicoli americani, in vendita c’e’ questa particolare Chevrolet Bel AIr Nomad azzurra completamente restaurata.
Non male e abbastanza curata questa Mercedes Coupe da 69.000 euro.
Sempre più richiesto e’ il conservato, come sembra che sia anche questa Porsche 911.
A Essen si trova sempre un po’ di tutto, come queste particolari cyclette da arredamento.
Non potevano mancare le immortali e italianissime Vespe!
E ora qualcosa di ancora diverso, tre mezzi anfibi proposti da Potomac, rivenditore specializzato in questo tipo di veicoli e microcar. L’ultimo della serie rimane sempre il più interessante, ovvero l’Amphicar.
Come non rimanere affascinanti dalle automobili a tre ruote del dopoguerra prodotte dalla Messerschmitt o FMR. Ecco un esemplare (non troppo curato) di KR 200 proposto dal rivenditore olandese Potomac. Il veicolo aveva 4 marce avanti e quattro marce indietro, in quanto il cambio di direzione veniva attuato all’accensione: il motorino infatti poteva far girare il motore a 2 tempi sia in un verso che nell’altro… da cui anche le 4 marce indietro. Il cambio era sequenziale, come quello delle moto.
Sempre da Potomac, ecco questa curiosa (a chi piace) Delahaye da 200.000 euro… ah no pardon, da 199.000 euro…
Una sportiva sedan Ford da 2.3 litri. Peccato sia a 4 porte, un po’ cara…
Una Mercedes 190E 2.6 travestita da Evo 2.
Un’Audi quattro da 73.000 euro… un po’ cara onestamente…
Una Plymouth Woody… simpatica, ma più indicata per gli americani per dimensioni e stile.
Bellissima questa Ford di servizio, con tanto di gancio traino. Peccato non sia in vendita, sarebbe un gran bell’oggetto all’interno di una collezione.
Volkswagen Maggiolino sotto le sue più belle varianti, ad eccezione della replica Porsche. Molto interessante l’ovalino nero (circa 28.000 euro) che sembra addirittura di prima vernice, come anche il cabrio prima serie, che invece e’ stato restaurato.
Mercedes G Klasse Cabrio Brabus, auto da miliardari…
Questa BMW 502 è’ invece proposta a un prezzo tutto sommato interessante per il tipo di modello.
Interessanti mezzi storici dell’ADAC, il migliore però è l’ultimo, ovvero l’Hanomag Kommisbrot, davvero originale e introvabile!
Nonostante sia piccolino, questo motorino Honda per il fuoristrada spicca sempre, anche nel prezzo visto che vengono richiesti 4500 euro.
Non passa inosservata questa Saab 93, anche se non è fra le più rare.
Vecchia Nissan Z, non proprio in forma Rappezzata qua e la, presenta importante ruggine passante. Bisogna restaurarla integralmente. Costerebbe 2.900 euro.
Fa sempre la sua dignitosa scena la Volkswagen Golf Country 4×4 con trasmissione Steyr-Puch, peccato che le fiancate siano riverniciate malissimo.
Non si sa bene cosa sia, ma ci hanno assicurato che e’ divertentissimo da guidare!
Incredibile, anche una Citroen BX dta diventando di interesse storico!
Bis di Golf, una turbodiesel e una CL da 5.000 km con cambio automatico e clima. Da usato invendibile a storica con la fila di fotografi a riprenderle, nel giro di poco tempo.
Qualche curiosità anche dal mondo del cinema. Spiccano la Blues Mobil, veramente ben fatta, e l’auto del B-movie A prova di morte di Tarantino.
Americani…
Elegante questa Volkswagen Karmann Ghia in livrea rossa.
Mercedes dotata di tutto per i vertici iraniani.
Esagerata in tutto, Mercedes G 6×6 da quasi un milione di euro!
Non si puo’ dire che manchino le Mercedes qui a Essen, purtroppo anche quelle trasformate in elettrico, come questa SL… Speriamo sia solo una moda momentanea…
Non manca neanche una simpatica Fiat 850

Ma ora, ecco una galleria delle stranezze più strane dalla fiera, naturalmente provenienti dalla parte del tuning…

Circa 400 espositori presentano auto sportive, tuning, motorsport e auto d’epoca. È l’evento di tutti gli appassionati di auto: il Motor Show di Essen si tiene presso la fiera di Essen dal 27 novembre al 5 dicembre (26 novembre: Preview Day). La “fiera delle fiere automobilistiche” combina auto sportive, tuning e lifestyle, sport motoristici
e auto d’epoca. Dal momento che gli effetti della pandemia sono ancora presenti, il Motor Show di Essen si tiene quest’anno in “Edizione limitata” e cioè senza l’arena con gli sport motoristici in azione. Inoltre, bisogna rispettare le regole 3G tedesche e indossare le mascherine.

Per impallinati di tutte le auto

Circa 400 espositori in tutto presenteranno le loro novità negli otto padiglioni: dall’ambita auto sportiva al puro telaio, passando per gli accessori e tutto quello che riguarda il mondo dell’auto. Gli appassionati di auto incontrano una vasta gamma di marchi, come ADAC Motorsport, Borbet, Continental, Genesis, Hyundai, H&R Spezialfedern,
Mercedes Fan-World e Wheelpros Europe.

Curiosità a tutto Tuning

Forse non (ancora) leggendario, ma decisamente cult, è il tuningXperience nel padiglione 5: circa 100 privati ​​presentano i loro veicoli amorevolmente curati in uno show davvero speciale. Ci sono personalizzazioni di veicoli da tutti i giorni come brutali bolidi da motorsport e pure show car. Inoltre la scaletta dello spettacolo include esempi rari come Barkas B1000, Lada 2103, Polski Fiat 126p e VW Brasilia, oltre a diversi veicoli Tesla.

Veicoli d’epoca (in attesa del Techno Classica Essen 2022)


Il Motor Show di Essen però è anche un evento imperdibile per gli intenditori di auto d’epoca: all’interno del Salone Classic & Prestige dell’organizzatore S.I.H.A. nei padiglioni 1 e 2, i rivenditori presentano fantastiche automobili classiche in vendita, comprese quelle sportive e da corsa. Il focus del più storico salone di vendita di auto d’epoca della Germania include gli anniversari dei 100 anni dell’AVUS e 60 anni della Jaguar E-Type.

Di solito, per mancanza di tempo, la maggior parte di amanti delle auto storiche punta a vedere i Saloni delle auto classiche nazionali, come Milano Autoclassica e Auto e moto d’epoca Padova, o quelli più importanti internazionali, come Techno Classica Essen, Retro Classics Stoccarda e Retromobile Parigi. Attenzione però, perché limitarsi a questi potrebbe essere un errore, soprattutto se non vi è accavallamento. Interclassics Bruxelles, che di solito avviene nel mese di novembre, e Interclassics Maastricht (a gennaio), sono due vere e proprie chicche per atmosfera e per varietà automobilistica che si può ammirare. Raggiungere poi Bruxelles è davvero facile ed economico: basta prenotare un aereo Ryanair per Bruxelles Charleroi (nel caso nostro meno di 30 euro a persona tra andata e ritorno), salire sul bus che porta a Gare du Midi (stazione ferroviaria) a Bruxelles (circa 15 euro a persona) e poi la metro per andare in fiera (2,70 euro). L’albergo a 300 metri a piedi dalla fiera, ovvero l’Expo Hotel, ci è costato in camera doppia 72 euro! Ma ora, guardare la gallery per rendersi conto della varietà delle auto proposte.

A parte le solite Ferrari, Porsche, Lamborghini e Bugatti, tanto per citare alcune auto per miliardari, dove si può trovare una ultra rarità come questa? Si tratta di una introvabile Toyota Corolla KE36 Deluxe Wagon nel suo bellissimo e inconfondibile giallo senape. Perché comprarla? La maggior parte di questa vettura è ancora in prima vernice, ha avuto solo due proprietari, è trazione posteriore e ha un fascino iper vintage. Il motore è un affidabile 1.2 da 55 CV, quanti bastano per spingerla a oltre 130 km/h in autostrada, la documentazione è completa e il rivenditore, Ruyl Classics, è affidabile e attento all’originalità. Questa vettura non ha un bullone, una vite, un dado che non sia il suo originale. Guai a lasciarsela sfuggire.

L’atelier delle Honda S in Belgio. Questi signori sono altamente specializzati nel restauro delle Honda S600 e S800, due compatte coupé sportive giapponesi degli anni ’60. La Honda S600 aveva la trasmissione posteriore a catena, come sulle moto per capirsi, mentre la Honda S800 aveva l’albero di trasmissione. Entrambe sono rare e sono due belve, con il motore che tira i 9000 giri/min. Un’esemplare di queste Honda professionalmente restaurato viene proposto a 60.000 euro e da quello che abbiamo visto il prezzo è centrato perché la cabrio azzurra che s’intravede in foto è stata subito venduta. Insomma, un’altra giapponese da non lasciarsi scappare!

Interclassics Bruxelles fa sempre le cose in grande, ed ecco una fantastica mostra tematica dedicata al 75° compleanno di Jacky Icks. Questa leggenda delle corse è stato, tra l’altro, 6 volte campione della 24 Ore di Le Mans, 8 volte vincitore del GP di F1, 5 volte vincitore della 1000 km di Spa Francorchamps, vincitore nel 1983 della Parigi-Dakar.

Ritorniamo al mercato. Sempre allo stand di Ruyl Classics, era stata già venduta al primo giorno questa meravigliosa Land Rover 88 Serie II a benzina conservata. Il simpatico venditore Alphons ci ha spiegato che la vettura in realtà è stata venduta poco prima dell’inizio della fiera, mentre era ferma a far benzina. Alphons ha scattato una foto dal distributore che ha poi pubblicato su Instagram e il compratore l’ha subito contattato per comprarla alla bellezza di 50.000 euro. L’auto era italiana.

Altro giro, altra corsa… Come non innamorarsi di questa Ford Escort RS 2000 MKI del 1972, auto da corsa leggerissima da 160 CV, completamente restaurata e in vendita per poco meno di 50.000 euro

Poco più in la, una Renault 5 del 1990 da appena 11.000 km a poco meno di 10.000 euro. Non c’è da meravigliarsi più di tanto, visto che le utilitarie stanno prendendo il sopravvento sulle super sportive: basta pensare alla Fiat Panda del calciatore Arturo Vidal… A proposito di Panda, qui a Bruxelles, le Fiat Panda 4×4, a patto che non siano pasticciate, ma belle per davvero, si vendono da 12.000 euro in su. E non parliamo di serie speciali…

Considerando le modifiche fatte, nemmeno 40.000 euro richiesti per una rara Jeep CJ-8 Scrambler del 1984 con poderoso motore 5.7 V8 non sono uno sproposito. Ci vuole l’amatore e, forse, un pò di pazienza per nazionalizzarla (dipende dalle regole del paese).

Un altro gioiello vero era questa Datsun 240Z, sportiva giapponese vera in condizioni e colore strepitoso, proposta completa di tutto a poco meno di 50.000 euro.

Se invece fate parte di quella schiera di appassionati di auto storiche a cui piacciono i “relitti” (perché no, ormai stanno diventando sempre più richiesti, guardare i risultati della collezione Baillon della celebre Casa d’aste francese Artcurial, tanto per citare uno dei mille casi), siuramente si farà più di qualche giro intorno a una vecchia vecchia Citroen 2CV così in stato da restauro (purtroppo impossibile da conservare, perché già precedentemente e abbondantemente “stuccata”). Il prezzo richiesto era di circa 4.000 euro, è stata subito venduta.

Per chi preferisce supersportive un po’ particolari e, come dire, esotiche, non poteva perdersi di ammirare le prime due Elva più la divertentissima Lotus Europa, quest’ultima in vendita.

Amate il cosiddetto genere “Barnfind”, ovvero “Ritrovamento da fienile” e, in più le auto con un pizzico di storia che magari hanno salvato anche vite? Allora c’è questa Volvo ambulanza un po’ vissuta anche se con pochi km (40.000), ancora completamente equipaggiata di tutto punto, a circa 7.000 euro.

Cercate delle rarità assolute? Allo stand degli amanti Honda c’era questo raro furgoncino Honda T500, più unico che raro, in vendita a 50.000 euro da tvpclassics.com e alcune tra le più originali mini moto “da bagagliaio”. Che bel vedere!

Una interessante Citroen Ami con tanto di portapacchi in un bella tonalità di verde.

Stragulp, verrebbe da dire! Un’eccezionale carrellata di Volkswagen da viaggi estremi, tra cui il celebre Volkswagen Maggiolino “Due vetrini” riverniciato di bianco (era verde) super equipaggiato, con cui D’Ieteren attraversò tutta l’Africa, un’impresa ai limiti dell’impossibile, ma possibile per certi Volkswagen…

Un Volkswagen “Bretzel Kafer” (Maggiolino Due vetrini), integralmente restaurato e con raro gancio traino, esposto allo stand degli amanti Volkswagen. Non era in vendita, ma in fiera ce ne era un altro in vendita di colore azzurro, ma che sinceramente non meritava di essere fotografato per il restauro sommario e, diciamo, di fantasia. Prima di acquistare un’auto, documentarsi sempre bene sugli esatti colori dell’epoca, sulla meccanica installata e sulle condizioni degli interni. Per questo sono da preferire gli esemplari non restaurati.

Una simpatica carrellata di microcars: in primo piano una Messerschmitt KR200, poi una Isetta 600 zebrata, un’italianissima Sulky e una Heinkel Trojan. Ci sono veri e propri cultori del genere (guardare i risultati della collezione Bruce Weiner battuta dalla Casa d’aste RM Sotheby’s…).

Una sportiva che non si vede tutti i giorni, si una sportiva, è la Citroen Visa Mille Pistes. Bel motore potente da 1.4 litri e trazione integrale, non male. Generalmente valgono sui 30/35.000 euro, ma quest’esemplare era proposto a oltre 50.000 euro

Personalmente non ci affascinano più di tanto in redazione, però questa BMW 3.0 Si berlina aveva il suo perché e il prezzo non era poi così sbagliato, considerando che era equipaggiata anche di aria condizionata.

A chi piace il genere, non mancavano certo le show car, come succede in ogni importante Salone.

C’è sempre una seconda possibilità… La Citroen 2CV “Barnfind” è sfuggita via prima del previsto perché già venduta? Perché non ripegare e trattare questa subito all’entrata del Salone?

Elaborata o meno, è sempre bello ammirare sotto il cofano di una Porsche 356

Trasformata (purtroppo) in Show Car, non si vede tutt’i giorni una fuoristrada Daihatsu Taft o Wildcat, in special modo in versione pickup… In secondo piano, rossa, una Mercedes 300 GE con oltre 200.000 kms dal prezzo improbabile, oltre 30.000 euro…

Una Morgan a 3 ruote, ovvero la Morgan. Sempre un bel vedere…

Preparazioni Volkswagen per veri duri. Un Maggiolino raso terra da corsa e una Golf “proiettile” con cambio sequenziale

Bella BMW CSL preparata da gara, in vendita a oltre 230.000 euro

Allo stesso stand della BMW preparata da gara, c’era questa Jeep Grand Wagoner con appena 1000 miglia da nuova, proposta a circa 90.000 euro
Se un’auto è troppo ingombrante da portare a casa, si possono scegliere molte altre cose, come una motociclettina, un’automobilina Jeep o un cane San Bernardo, proposti intorno a 1.000 euro ciascuno.

Bella, bellissima e non è una Fiat, ma una ben più rara Steyr Puch 500 DL proposta da Franco Lembo. La richiesta scandita dalle suadenti labbra della fotomodella mè di 35.000 euro. L’auto è veramente bella e ben restaurata, ma a quella cifra si possono trovare le più vitaminiche 650 TR… Comunque, un amatore potrebbe spendere tale cifra per un esemplare curato come questo.

Un altro pezzo che non si vede tutt’i giorni è questa Nash Healey da quasi 80.000 euro in un bellissimo ed elegantissimo nero, restaurata.

Svezia… terra di formidabili auto d’epoca. Checché se ne possa pensare, in Svezia si trovano dei gran conservati, nonostante la presenza del sale sulle strade che può rovinare questi capolavori di design. In questo caso, l’auto è restaurata e un po’ “pasticciata” per correre, come s’intravede dalla presenza di interni non originali e strumentazione aggiuntiva. SI tratta però sempre di una magnifica Saab 93 del 1960, che fa la sua scena.

Quando si va a un Salone importante come Interclassics Bruxelles, non dare mai per scontato una cosa: non è detto che al secondo giorno ci siano le stesse auto viste al primo giorno. Le concessionarie infatti vengono con la scorta. Le auto vendute al primo giorno vengono sostituite al secondo giorno e così via. Com’è il caso di questa meravigliosa Volvo P1800E restaurata proposta a circa 43.000 euro, che è andata a sostituire una Ferrari venduta il primo giorno. Questa svedese è veramente in condizioni eccezionali e non è detto che sarà venduta entro sera anche lei. Il mercato ha regole ben precise: i pezzi veramente belli, possibilmente conservati in prima vernice o ben restaurati e magari ricchi di storia, vanno via di sicuro e anche velocemente.

That’s all Falks e non perdetevi a questo punto la prossima edizione di Interclassics di gennaio 2022 che si terrà a Maastricht: Interclassics Maastricht 2022!

U

Scade il prossimo 17 giugno 2020 la possibilità di aggiudicarsi su Bilweb Auctions due interessanti Volkswagen Beetle split window, e quindi molto anziani, di cui uno “ragtop”, ovvero con tettuccio in tela.

1951 Volkswagen 10/11 C – stima 22100-24000 euro

Il primo VW per ordine di apparizione a catalogo online è questo Volkswagen Beetle 10/11C del 1951. Nella descrizione si legge che questa Volkswagen prima serie è stata recentemente venduta nel Södermanland, in Svezia. È stata restaurata quindici anni fa. L’auto è funzionante e si piazzò al secondo posto nel Concour de Charme 2005 di Gärdesloppets.

Valutazione delle condizioni

  • Condizioni tecniche: Va molto bene, come previsto.
  • Condizioni interne: Molto bella. Tappezzeria restaurata.
  • Condizioni esterne: Ottime. Alcune bolle in alcuni punti. Alcuni piccoli graffi sulla vernice.
  • Condizione generale: Un’auto in ottime condizioni che è stata restaurata 15 anni fa.

1951 Volkswagen 10/12 G Ragtop/Tetto apribile “barnfind” – stima 14400-19200 euro

Questo secondo esemplare, anche se in condizioni non proprio da circolazione, è però un raro barnfind Volkswagen 10/12 G Ragtop con tetto apribile in tela del 1951. Dalla descrizione del catalogo si legge che la vettura non è più immatricolata da quasi cinquant’anni. Prodotta nel 1951, probabilmente è stata immatricolata verso la fine dell’aprile 1952. All’interno si trova una radio molto insolita che probabilmente è stata installata quando l’auto era nuova. Sembra che abbia ricevuto una revisione importante intorno al 1960. Il motore è stato cambiato. I paraurti risalgono al 1960 circa.

Valutazione delle condizioni

  • Condizioni tecniche: Non testata. Il motore è bloccato.
  • Condizioni interne: In cattivo stato.
  • Condizioni esterne: Ruggine. Riverniciata. Il colore originale è verde chiaro. Paraurti e luci posteriori non originali.
  • Condizione generale: Una scoperta rinnovabile che è stata usata per l’ultima volta intorno al 1971/72.

Appuntamento assolutamente da non perdere, quello del prossimo venerdi 10 luglio 2020 a Vosendorf (Vienna) presso la casa d’aste Dorotheum. Proprio lì infatti la nota casa d’aste austriaca, con a capo del dipartimento auto classiche Wolfgang Humer, terrà l’incanto Collezione RRR che sta per “Roller”, “Roller-mobile” e “Raritaten”

Una collezione di 150 modelli di due amici d’infanzia!

In pratica, sarà messa in vendita un’intera collezione di Motor scooters, microcars e varie ed esclusive rarità. La collezione di due amici d’infanzia, che comprende circa 150 modelli esotici tra cui Peel, Scootacar, Megu, Colibri, Lohner, Frisky, Heinkel, Puch, Vespa, Lambretta, Kauba, attirerà sicuramente l’attenzione internazionale dei compratori proprio per la sua esclusività e prevediamo riporti sicuramente risultati incredibili, quanto meno a livello della collezione Bruce Weiner di RM Sotheby’s!

Oggi 11 Maggio 2020 è praticamente arrivata la notizia ufficiale, com’era un po’ previsto in effetti: il Techno-Classica Essen 2020 non potrà essere svolto per la pandemia. Fino a qualche tempo fa, eravamo ancora ottimisti sperando nella nuova data alternativa 24-28 Giugno 2020, ma di fatto nessuno poteva sapere come si sarebbero sviluppate le cose nelle settimane successive. Le autorità tedesche hanno seguito quotidianamente l’andamento del COVID-19 e Messe Essen ha lavorato costantemente a stretto contatto con esse per assicurare a pubblico ed espositori soluzioni praticabili. Nel frattempo, l’asta RM Sotheby’s prevista per Essen è diventata online, mentre quella di Coys è annullata.

Techno-Classica Essen: quest’anno salta per COVID-19

Seguendo la decisione del Governo Federale Tedesco del 15 aprile e del 6 maggio 2020, i Grandi eventi sono stati vietati fino alla fine di agosto 2020. Inoltre, sempre a causa della pandemia di COVID-19 ci sono ampie restrizioni ai viaggi internazionali a tempo indefinito.

Techno-Classica Essen: appuntamento dal 7 all’11 Aprile 2021

Siccome la salute degli espositori, dei visitatori e di tutti coloro che sono coinvolti in un evento del genere deve essere garantita, per quest’anno e il Techno-Classica Essen è annullato e si terrà direttamente l’anno prossimo dal 7 all’11 Aprile 2021.

La macchina organizzativa è già al lavoro per l’Essen Motor Show e per il Techno-Classica Essen 2021


Già a partire dal prossimo giugno 2020 saranno inviati i documenti per potersi registrare al prossimo Techno-Classica Essen 2021. Nel frattempo, S.I.H.A. sta pianificando il Motor Show di Essen 2020 dal 28/11/ al 06/12/2020 e una parte del Salone sarà riservata al Classic & Prestige:

“Techno-Classica Essen incontra Essen Motor Show 2020”

L’obiettivo del Classic & Prestige è quello di “accorciare” i tempi con l’evento degli eventi per quanto riguarda le auto classiche, ovvero il Techno-Classica Essen 2021. Di sicuro, più della metà dei circa 360.000 visitatori del Motor Show di Essen sono interessati al Classic & Prestige, che include auto d’epoca e super automobili sportive, oltre a tutte le sfaccettature che questo fantastico mondo propone come modellini di automobili, letteratura, servizi, accessori, strumenti, prodotti per la car care, abbigliamento, arte, automobilia, club auto e molto altro. Tutto questo si potrà vedere nei padiglioni 1 e 2, su una superficie complessiva di 17.000 mq.

Sul mitico sito di aste online Bringatrailer.com se ne vedono un po’ di tutti i colori, tralasciando i migliori pezzi da 90 onnipresenti. Ma qui siamo di fronte a un’auto da vero “gangster”: questa Alfa Romeo Alfetta 2000 Blindata del 1980 fu venduta infatti nuova a Cetraro (CS), in Italia, a Francesco “Franco” Muto, un noto membro della mafia italiana. Il tempo per le offerte scade mercoledì 13 maggio alle 21 di sera circa.

Ovviamente blindata… Marazzi

L’auto fu modificata in quegli anni dallo specialista di veicoli blindati Marazzi, con aggiunte di quasi 600 kg di rivestimento per l’armatura, ruote e pneumatici antiproiettile e altro ancora. Rifinita in bianco con interni in velluto marrone, la vettura è equipaggiata con un 2.0 a quattro cilindri in linea abbinato a un cambio manuale a cinque marce. Targata nel 1981, è stata inserita in vari spettacoli ed eventi da quando è entrata a far parte della collezione dell’attuale venditore nel 2013. Ora mostra poco meno di 13000 chilometri. Questa Tipo 116 è offerta senza alcuna riserva a Monaco, Germania, con documenti di esportazione e precedente immatricolazione italiana.

C’è anche l’interfono…

L’esterno è rifinito in bianco e la carrozzeria è stata appesantita di 600 kg di rivestimento per l’armatura. All’interno c’è un sistema di interfono. Alcuni ritocchi e graffi sono naturalmente presenti sulla vernice. Le ruote in acciaio da 15″ sono antiproiettili e calzano pneumatici Dunlop Denovo run-flat 195/65.

…E pure l’aria condizionata

L’interno è rifinito in velluto marrone con pannelli porta e tappeti abbinati. La ditta specializzata Marazzi ha fatto installare vetri antiproiettile con protezione aggiuntiva in plexiglass, serrature aggiuntive per le porte e un sistema di telecomunicazione. Inoltre è presente l’aria condizionata. Sono inclusi nella vendita i documenti di immatricolazione italiani assegnati a Francesco Muto.

Ora è ufficiale: RM Sotheby’s annuncia che la sua seconda asta annuale di Essen è stata spostata online dal 3 all’11 giugno su rmsothebys.com. La maggior parte delle auto programmate per l’asta dal vivo saranno offerte adesso nell’asta online a tempo, composta da circa 200 veicoli da collezione di pregio, comprese le 100 auto ricercate provenienti dalla Petitjean Collection, queste ultime offerte tutte senza riserva.

RM Sotheby’s ha fiducia in questo format d’asta “Only online”, che continuerà a garantire i migliori risultati possibili per venditori e compratori. Di sicuro questa asta europea “Only online” continuerà il successo realizzato dalle recenti aste online nordamericane.

L’incredibile collezione Petitjean offerta completamente senza riserva

La collezione Petitjean, offerta interamente senza riserve, è una collezione unica di auto appartenenti a un solo proprietario, composta da quasi 100 variegate classiche dagli anni ’50 agli anni ’90. Curata e realizzata con competenza e amore negli ultimi 50 anni da Monsieur Marcel Petitjean, un ex pilota agonistico che ha partecipato a eventi in Europa durante gli anni ’60 e ’70, la Collezione offre qualcosa per tutti i gusti, con marchi come Lamborghini, Maserati, Mercedes- Benz e Porsche, tra le altre esotiche, fino a modelli classici più alla portata. 

Mr. Petitjean, pilota, e le sue auto d’epoca pronte per un museo

Mr. Petitjean, un classico appassionato di automobili che abita a Strasburgo, in Francia, ha costruito la collezione con l’intenzione di creare un museo automobilistico. Molte delle auto presenti sono modelli rari di ogni marchio: Gran parte della collezione è stata curata da Mr. Petitjean in persona per decenni e si è mantenuta in condizioni molto originali, non essendo mai stata restaurata. Le auto sono state mantenute nel deposito a secco nel sito di raccolta, sebbene non siano state guidate per anni e richiederanno una nuova autorizzazione per l’uso su strada futuro. Ogni lotto è offerto senza riserve, rendendo la collezione una prospettiva allettante per gli appassionati e i potenziali acquirenti.

Parte oggi 30 aprile e scade il prossimo 6 maggio 2020 la possibilità di accaparrarsi una (o più) delle più belle Volvo in asta da Bilwebauctions.se. La commissione richiesta dalla casa d’aste su ogni lotto aggiudicato è del 5%, a cui si dovranno aggiungere le spese di trasporto del mezzo fino a destinazione. Secondo noi, oltre alle vetture descritte qui, sono tre, su tutta la lista, le Volvo da prendere seriamente in considerazione: una Volvo Amazon 121 del 1967 di colore rosso, una Volvo PV 544 E del 1964 grigia con tanto di gancio traino e una Volvo 142 B20 ancora rossa, tutte ben conservate.

1967 Volvo Amazon 121 stima 19630-20560 euro

La prima del tris è sicuramente questa Volvo Amazon 121 del 1967 di colore rosso, definita dalla casa d’aste come una “tra le migliori mai viste”. All’interno di questa macchina ci sono addirittura ancora i guanti di guida ben conservati. Questa Amazon rosso rubino è stata ordinata dal concessionario Birger Eriksson AB di Lennart Jöhncke a Linköping il 28 febbraio 1967, come esemplare dimostrativo. L’auto è stata mantenuta dallo stesso primo proprietario fino alla sua scomparsa avvenuta nel 2014: il contachilometri segnava appena 12.000 miglia percorse. Quindi è passata in mano agli eredi e un paio di anni fa a un appassionato. La vettura è stata preservata nel migliore dei modi. L’interno è incredibilmente ben conservato e il cruscotto mantiene ancora l’imbottitura bella morbido. Tutte le guarnizioni in gomma e i dettagli sono originali e in ottime condizioni.

1964 Volvo PV 544 E stima 11220-14020 euro

Il secondo interessante lotto è questa Volvo PV 544 E del 1964 conservata nella sua bella livrea grigia con cerchi dotati di coppe cromate a logo rosso. La 544 Serie E, in particolare, è stata l’ultima serie con i coprimozzi rossi. Questa vettura ha avuto tre proprietari ed è dotata dell’interessante opzione gancio traino, per trainare eventualmente un’altra auto d’epoca e fare una splendida figura quando si arriva a un evento a tema. L’attuale proprietario l’ha acquistata a Skåne nel 2002 e ha davvero mantenuto l’auto in condizioni eccezionali. È ancora in prima vernice e non ha mai sofferto di ruggine e quindi non ha mai avuto bisogno di essere riparata in alcun modo. Il tachimetro segna 38150 km percorsi.

1973 Volvo 142 B20 stima 3270-4200 euro

Il terzo e più economico lotto Volvo che ha catturato la nostra attenzione è questa Volvo 142 B20 a 2 porte del 1973, di colore rosso. Originale, è appartenuta alla stessa famiglia da nuova. Acquistata da Julius Svensson il 20 ottobre 1972 a Daltorp, Västergötland, questo esemplare è ben conservato anche all’interno. Bella anche la patina esterna con piccoli interventi solo sulla porta destra e in prossimità del lunotto posteriore sempre lato destro. Con piccole accortezze può diventare ancora migliore.

RM Sotheby’s annuncia un’altra grande asta online: “Only online: SHIFT/Monterey”, trasformando la rinomata piazza di Monterey in una piattaforma online per battere esclusive auto d’epoca.

I tempi per aggiudicarsi i lotti sono di una settimana: “Only online: SHIFT/Monterey” aprirà le offerte il 6 agosto e chiuderà i lotti dal 13 al 15 agosto. Saranno presentati circa 150 eccezionali auto da collezione su rmsothebys.com — per un’offerta di un calibro sorprendente per una vendita online. 

Il nuovo formato è supportato dall’esperienza di RM Sotheby’s, che sfrutta il team di esperti di specialisti di auto, la ricerca trasparente e la rete globale che ormai raggiunge collezionisti di oltre 75 paesi: tutti potranno fare le loro offerte tramite una piattaforma online sicura. 

I principali dati salienti delle auto e ulteriori dettagli aggiuntivi per “Only online: SHIFT/Monterey”, compresi i termini dell’offerta, saranno annunciati nelle prossime settimane.